Celebrity in Creativity: Arianna Trapani & Heart Home

/ 1 comment
Ci sono persone con cui ti riconosci subito, anche attraverso il filtro della rete: perchè percepisci al volo la passione che accomuna, la ricerca dello stile e l'amore per le cose belle. E forse sarà anche che noi italiani questo amore l'abbiamo nel DNA e sappiamo come sfruttarlo, anche all'estero. Arianna vive e lavora a Londra e ha creato insieme a Carole King HeartHome: blog e magazine che fanno sognare tutte noi appassionate con case e ispirazioni meravigliose.


E visto che non ci si fa mancare nulla è stato aperto da poco anche il negozio online, da far letteralmente brillare gli occhi!
Ecco la mia piccola intervista.



1)    Quando è nata la tua passione per l'interior design?

La passione per l’interior design è da ricondursi a circa 10 anni fa quando acquistai il mio primo appartamento. In quel momento è nato un grande interesse per l’arredamento. L’arte e il design hanno sempre fatto parte della mia vita ma prima di allora non ho mai avuto il bisogno di interessarmi all'arredo in maniera così personale, fino a che non mi sono ritrovata a dover arredare delle stanze completamente vuote. Dato il forte coinvolgimento, mi iscrissi subito ad un corso di Interior Design. È stata una delle scelte piu belle che abbia mai fatto e che ha cambiato il corso della mia carriera.

2)    Cosa ti aspettavi quando hai aperto il blog?

Sinceramente nulla. Ho semplicemente cominciato il mio blog nel 2010 perché volevo uno spazio personale su cui ispirarmi e su cui condividere le mie idee. Lentamente, tramite il mio blog e tramite l’utilizzo dei social media, ho conosciuto persone con lo stesso interesse e con la stessa passione. Di queste ultime alcuni sono diventati dei cari amici con i quali tutt’ora siamo strettamente in contatto. Faccio parte di una gruppo bellissimo di persone e mai avrei immaginato tutte le opportunità che un semplice blog mi avrebbe aperto.  

3)    Cosa non sei riuscita a realizzare fino ad ora e perchè?

Da quando è nato Heart Home Magazine è sempre stato pubblicato esclusivamente online, sarebbe bello un giorno potere pubblicare un libro contenente la raccolta di tutti gli arredamenti più belli. Per il momento non ho avuto il tempo per dedicarmi a questo progetto ma è un qualcosa che in futuro voglio assolutamente realizzare. ;)

4)Quali sono le tue ispirazioni?

Viaggiare, la monotonia della quotidianità o il semplice bisogno di conoscere posti nuovi. Spostarsi dal luogo comune, conoscere nuove culture, vedere luoghi diversi dalla nostra realtà, sono fonte di ispirazione. Vi sono anche persone che ammiro molto, con alcune delle quali sono a stretto contatto, che per me sono una grande fonte d’ispirazione in quello che faccio. Mi aiutano a rincarare la dote di autostima e migliorano il mio umore. 


4   5) Immagina di fare qualcos'altro ...
Amo molto quello che faccio ma ultimamente mi piacerebbe fare qualcosa anche nella moda . Quelli che mi seguono sanno che amo la moda ed è un qualcosa che mi diverte. Sarebbe un sogno un giorno potere lavorare unendo queste due passioni, l'interiors ed il fashion
Continue reading

Urban Jungle Bloggers: Hanging Planters DIY

/ 20 comments
Approfittando dell'appuntamento mensile con la squadra più verde della Rete, gli Urban Jungle Bloggers, mi sono inventata un DIY dell'ultimo minuto, l'ideale per chi non ama stare con le mani in mano. Un centrino verde menta ( non è un colore delizioso?) che aspettava di essere reintepretato, un bicchierino di vetro e del semplice spago. E' davvero velocissimo e super semplice, e si adatta perfettamente al tema del mese di Febbraio. Che ne pensate?

I'm taking advantage of the appointment with Urban Jungle Bloggers to create a DIY in least than five minutes. A mint doily (so pretty!), a little glass and a simple cord. It's super-easy and I like it very much; it's perfect for the issue of this month: hanging planters. Don't you think?






Mensole Vintage da All'Origine; Vaso Ikea


Continue reading

Press Review: Mollie Makes & Hoop-La

/ 5 comments
Per le appassionate del craft Mollie Makes non ha certo bisogno di presentazioni: il giornale inglese è decisamente il mio preferito del settore. La grafica moderna e accattivante, i progetti sempre estrosi e originali. Chissà che un giorno  non riesca a vedere anche uno dei miei DIY pubblicati? Sognare non costa niente!
Tutto dedicato all'arte che amo di più, il ricamo, oggi vi  presento Mollie Makes Embroidery: 15 New Projects for You to Make Plus Handy Techniques, Tips & Tricks
Per le appassionate come me un libro da non farsi scappare.





E restando sempre in tema ricamo lo stesso editore pubblica, ogni tre mesi circa, la rivista Hoop-La: io la adoro, guardate che bei progetti! Tutti da copiare!
Allora, buona lettura... e pronte con ago e filo!

Continue reading

Get Your Inspiration Cinema: Cinquanta Sfumature Di Grigio

/ Leave a Comment
Come sfuggire alla tentazione di fare un post sul film più chiacchierato del momento? Lasciate da parte le inibizioni e immergetevi con me nel mondo lussuoso e piccante di Mr. Grey.

1 - 2 -3 - 4

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6

Continue reading

Creative Houses: Rodman Primack

/ 1 comment

Ormai si sa, lo stile eclettico è quello che sento più vicino a me, per questo amo quelle case dove la parte creativa è viva e pulsante, dove è bandita l'omologazione e la banalità. Case che parlano dei loro proprietari senza intermediazioni e filtri. L'appartamento del West Side del designer Rodman Primack è proprio così, ed è una gioia per gli occhi osservare come il padrone di casa riesce a mescolare mobili etnici, camini antichi e fotografie ultracontemporanee; una cornice di impronta maschile nella quale però si inseriscono alla perfezione tessuti colorati e oggetti buffi o estremamente ricercati. L'insieme è elegante ed estroso allo stesso tempo. Una casa davvero piena di suggestioni. 







Foto di Belen Imaz da Architectural Digest Spain
Continue reading

DIY Acchiappasogni/ DIY Dreamcatcher

/ 6 comments
Non vi capita di vedere qualche oggetto per casa e avere il desiderio di dargli una nuova vita? A me capita spesso e dato che sono un'accumulatrice seriale, ho sempre piccoli oggettini recuperati qua e là, in attesa di essere riscoperti e valorizzati. Ecco quindi che una antica chiave ormai orfana del suo cassetto, un cristallo di chissà quale lampadario e una piuma diventano protagonisti di un semplice e romantico Acchiappasogni. Basta aggiungere qualche pom pom, palline colorate e un piccolo sonaglio ( anche questo recuperato da un pacco regalo) che tintinni alla brezza per arricchire il tutto.
Il merletto nel piccolo telaio? Non è vero pizzo, ma quello plastificato che trovate in tutti i brico. Io lo trovo dolcissimo e voi?

Don't you happen sometime to rediscover some little objects? An old key its drawer orphan; a cristal without lamp and a feather...  add some pom poms, colored beads and a a bell ( recovered too from a xmas gift) that ring in the wind and you have a simple and romantic Dreamcatcher. The lace? Is not original but that plastified one that you could find in all bricolage stores. 
I think it 's very sweet and nice, and you? 









Continue reading

Friday I'm In Love- San Valentino targato A Little Market

/ 3 comments
Forse non ci crederete ma sotto la Bombetta palpita un cuore romantico... un po' pazzerello certamente, ma chi non lo è in amore? C'è ancora tempo per fare il regalo giusto alla persona che amate: se non avete idee ecco una selezione per voi, dritta dalle pagine di A Little Market, una vera miniera di cose belle, tutte originali e handmade, come piacciono a me.
Mettete il brano giusto nelle vostre cuffie, il mio si capisce, no? - e gustatevela!




1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 -




Continue reading

Vita da Blogger: cosa c'è sotto la Bombetta

/ 43 comments

Avvertenza: post lungo, un po’ sbrodolone e autoreferenziale: munirsi di tazza di caffè o te forte.

Quando mi sono trovata ad affrontare questa esercitazione per la fase finale del BlogLab2 sono andata nel pallone, lo ammetto.  Qual è lo stile della Bombetta? Il mio stile? Cos’è la mia vita da blogger?
Ma davvero interessa a qualcuno? E cosa  vorrebbero sapere esattamente?  Poi mi sono ricordata di tutto il percorso fatto fino a qui con il mio blog – nel lontano 2010, quando non sapevo ancora bene quale direzione prendere e tutto era un esperimento - ; quante cose sono cambiate, quante cose ho imparato, le persone che ho conosciuto … Come dimenticare quelle ragazze che affrontando una pioggia biblica sono venute per il workshop Croff?  Volevano conoscere proprio me, Serena, la donna sotto la Bombetta.
Resto ancora stupita quando qualcuno mi riconosce perché nonostante un carattere effervescente anche io ho le mie insicurezze e fragilità, come tutti. Credo che la mia personalità traspaia dalle cose che faccio, da quello che pubblico o da come commento i blog e i lavori degli altri.  Per questo non esistono scappatoie e trucchi: sono sempre me stessa fino in fondo, anche  quando non è la scelta più facile. Sono sempre stata un po’ anticonformista, chi mi conosce personalmente lo sa: ma è bello scoprire che quello che sei piace, arriva, e puoi inventare, costruire relazioni, tessere un tuo piccolo mondo pieno di cose e persone bellissime.
Questo è il mio blog: un piccolo Universo nel quale sono il Deus Ex Machina. Nel bene e nel male lo faccio girare, con le mie regole e le mie passioni, per condividere e creare.

©CappelloABombetta

Alcuni scatti della mia casa ... il delizioso portauovo che mi ritrae è di Monila Handmade... non è fantastico?

La mia vita da blogger è un puzzle in continua evoluzione, in cui cerco di incastrare tanti pezzi  tutti diversi, ciascuno dei quali rappresenta una parte di me e contribuisce alla genesi del blog e alla creazione di uno stile riconoscibile, bombettoso. Passatemi il neologismo, dai! Serena che lavora con la musica, che esplora il web alla ricerca di ispirazioni; quella che ricama, scartavetra e sposta mobili di qua  di là. E che fa anche la moglie e la mamma. La stessa che ogni tanto trova anche il tempo di pubblicare qualche racconto.
Difficilmente ho blocchi creativi anzi, la cosa per me più ostica è contenere una mente straripante ; sono in eterna lotta con la mia mancanza di organizzazione.  Cerco di avere una routine, lo giuro, ma è la routine che non vuole proprio stare con me. Non fate come la Bombetta, imparate l’arte di pianificare.
 ©CappelloABombetta
Amo la mia vita da blogger. Amo spostare i cuscini per trovare la soluzione più armoniosa, mio marito meno quando li sfilo da sotto la sua testa. Amo quando la luce riempie la casa alla mattina perché so che è quello il momento giusto per scattare le foto più belle. Amo rimettere in ordine i miei fili da ricamo in ordine cromatico. E scendere nel box a verniciare qualche mobile. L’odore dei mercatini. Sfogliare un nuovo libro di arredamento e decorazione e morire dalla voglia di condividerlo subito con gli altri che hanno la mia stessa passione.  Non amo scucire i bordi di un cuscino fatti male, ma adoro sfruttare le foto per non farlo scoprire. Adoro collezionare washi-tapes e carta colorata così bella che non avrò mai il coraggio di usarla. E adoro fare lunghissime liste di progetti DIY che non avrò mai il tempo di fare. Adoro l’uomo che ha inventato i filtri fotografici.
Non amo cucinare ma adoro le foto delle food-bloggers e cerco di copiare i loro trucchi. Adoro lo stile eclettico, mescolato tipo boho-scandi che non so se esiste al massimo l’ho inventato io. Amo sognare a occhi aperti.  La musica a palla. I pattini a rotelle. Lo Spazio vuoto e pieno allo stesso tempo. I Mostri e i Merletti.
Odio avere non abbastanza tempo per fare tutto. 

Se siete arrivati fin quì e avete ancora gli occhi aperti dovete fare un’ammissione: si, siete un po’ matti, come me. Tra noi ci capiamo.

Vi va di scoprire un "dietro le quinte" dei miei shootings?


Ed ecco il risultato finale...

©CappelloABombetta


©CappelloABombetta

La meravigliosa tazza cactus è un progetto che ho fatto realizzare da una bravissima ceramista: Sonia Girotto. Trovate le sue incantevoli creazioni quì.
Continue reading

Dalani & Marsala

/ 6 comments
La conoscete la storia del colore ufficiale dell'anno? Io l'ho scoperta grazie a Dalani, con cui collaboro per questo post, ed è una storia davvero affascinante! E' il Marsala e, esattamente come il buon vino siciliano da cui prende il nome, è corposo, opulento e sensuale.
E' un colore che esiste in natura, dove fa sfoggio di se nelle chiome autunnali degli alberi, nei petali vellutati dei fiori, nelle piume iridescenti degli uccelli,  ma anche nelle profondità dello spazio.
Non è meraviglioso?
Nel mondo dell' interior il Marsala ha una presenza forte ma signorile; non è un colore che sgomita per farsi notare, eppure non passa inosservato. Non ti abbaglia, piuttosto ti avvolge e ti seduce; ha quella ricchezza di tono tipica della maestà, è, secondo me, un colore nobile, prezioso.


Living4Media / La foto dei cuscini è di Christoph Dupper



NGC 6188 Emission Nebula; Besosyfotos; Converse All Stars
Parisian Moments,  The Jungalow; Portuur, White-Browed Rosefinch by James Ownby

Continue reading