Nordic Love {TendenzaGreen] Scandinavian XMAS DIY

/ Leave a Comment
Per gli scandinavi il Natale è una cosa seria e il loro modo di prepararsi all'evento, di addobbare la casa è sempre fonte di grandissima ispirazione. C'è tutto: poesia, delicatezza, semplicità e tanto amore per la natura. Il verde viene mantenuto il più possibile naturale, in modo da sprigionare la sua più intima bellezza: tutto ha un aspetto rustico ma sempre chic. Mi sembra quasi di sentire il profumo delle candele e dell'abete, voi no?
Ecco i DIY e le suggestioni che ho scelto per voi per il periodo più bello dell'anno.


Norregard
1 - 2 - 3 -4

Pillanatok

Bungalow5

1 - 2 - 3 - 4


Continue reading

Tappezzare una sedia: tips & tricks

/ Leave a Comment
E' una verita universalmente riconosciuta che .... (*)  adori la tappezzeria! 
Colleziono campioni, soprattutto vintage; non posso metterla tutta in casa - anche se ci ho provato, giuro- quindi sfogo la mia personale ossessione ricoprendo vecchie sedie recuperate in mercatini o direttamente dalla strada. Vi sono piaciute e mi avete fatto tante domande, così ho deciso di spiegarvi il procedimento passo passo. Siete pronte?

Tovaglia Maison Du Monde

Per entrambe le sedie ho usato degli scampoli vintage acquistati dal danese Retrovilla. La maggior parte di queste carte sono diverse da quelle moderne, sottili e flessibili: sono molto resistenti, spesse, a volte simili alla stoffa. Per applicarle saldamente alle sedie uso una colla forte e pastosa, come questa, che stendo abbondantemente sulle superfici e lungo i bordi. Appoggio la carta, premo fino a farla aderire, cercando con le mani, delicatamente, di togliere pieghe e bolle; in seguito taglio con pazienza lungo i bordi con una forbice piccola e appuntita. Se il fondo è piatto il lavoro è abbastanza semplice, se invece è curvo, come nella sedia sotto, tutto si fa più complicato.


Special guest Polly; cesto Ikea
In questo caso lascio la carta un po'più morbida, perchè tirarla troppo vorrebbe dire rischiare di strapparla al primo utilizzo. Preferisco rimanga qualche piega in più, che in ogni caso il pattern nasconde bene, che rompere la carta in maniera irreparabile.
La tappezzeria della prima sedia è più delicata e sottile, quindi ho dato una passata finale molto leggera di flatting trasparente opaco, insistendo sopratutto sui bordi, dove finisce la carta, in modo da evitare che si stacchi o si strappi.
Nel secondo caso non ho ripassato perchè la carta ha una texture molto setosa e spessa che il flatting avrebbe rovinato. Nel caso della seduta ho fatto girare la carta anche sotto e, oltre alla colla, ho aggiunto dello scotch carta per maggiore rinforzo. Per lo schienale ho dato una passata leggerissima di flatting solo sul bordo, dove termina la carta.
Spero di aver soddisfatto tutte le vostre curiosità... scrivetemi ancora se vi va ;)


(*) cit. da Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen
Continue reading

Urban Jungle Bloggers: The Plant Shelfie-November

/ Leave a Comment
Dopo una lunga, colpevole assenza, ritorno all'appuntamento con #urbanjunglebloggers e la rubrica
#plantshelfie. L'occasione perfetta per mettere in mostra la mia mensola vintage di All'Origine
(viene da una vecchia cascina, è della fine degli anni trenta) e il mio originalissimo appendino: lei si chiama Chantal, è uno struzzo che ama gli scialli bohemien, i pizzi e le frange.  E' realizzato a mano, con passione e un pizzico di follia, dalla mia amica super creativa Mia Fontana. La collana di cuoio e legno è una mia creazione.





Continue reading

The Friday Project: Handmade For Love- Il Calendario 2016

/ 1 comment
Sono entusiasta di aver partecipato a questa bellissima iniziativa di The Friday Project, insieme a tante creative e fotografe di talento, molte delle quali sono anche care amiche. Il tema del calendario ruota intorno alla creatività, come la definisce e descrive ciascuna di noi. Per me è sicuramente legata al piacere, al divertimento. Fare quello che si ama è il regalo più bello e condividerlo per regalare gioia lo è ancora di più.  Il difficile era cogliere questa idea in un solo scatto... ovviamente io ne ho fatti un centinaio prima di riuscire a capire come rappresentare questa idea... e quale rappresentazione migliore che dei piccoli giocattoli vintage? C'è tutto quello che amo: il colore, l'amore per le cose del passato, l'idea che cose buffe rendano più bella la vita, più degna di essere vissuta.

Il calendario supporta il progetto benefico di Human Tractor per i bimbi del Nepal e lo trovate in vendita su A Little Market: per Natale regalatevi e regalate un progetto bello e fatto con il cuore, per una grande causa.


La mia foto sul mese di Giugno ;)
Continue reading

Restyle an old chair #2 DIY

/ 3 comments
Una sedia abbandonata sulla strada è per me come il richiamo delle sirene... irresistibile. Scrostata, con la seduta sfondata se ne stava lì, in attesa del furgone della discarica, il destino ormai segnato.
Finchè non sono passata io a recuperarla. Una pulita, una mano di vernice bianca e la seduta rifatta con imbottitura e uno strofinaccio da cucina. Io la trovo perfetta per la mia cucina, e voi che ne pensate?






Strofinaccio Zara Home
Tavolo e tovaglia Ikea
Sedia di legno Thonet e cuscino a punto croce di famiglia

Continue reading

Creative House: From Cuba with style

/ Leave a Comment
Ci sono case che raccontano una storia, negli strati sovrapposti dei muri che si sfogliano come petali rivelando colori di stagioni passate. E pavimenti importanti, che sembrano danzare sotto gli occhi di chi li guarda. In queste cornici così suggestive solo persone piene di stile e immaginazione riescono a trovare la propria dimensione e ad aggiungere personalità senza venirne schiacciati: è il caso dell'artista cubano Damian Aquiles e della moglie americana Pamela Ruiz. L'artista ha trovato in questa affascinante villa dell'Havana la location ideale per esporre le sue creazioni colorate e materiche, esposte anche al Gugghenaim Museum; mentre Pamela organizza i suoi leggendari dinner parties, con celebrità e artisti da ogni parte del mondo.
Se volete saperne di più della loro incredibile storia potete leggerla quì.








La famiglia con il figlio Bastian e la gatta Angelina Jolie
Photos by Stefan Ruiz


Continue reading

Scandi DIY Makeover {Mint Lovers}

/ 5 comments
Nonostante un mobiletto così piccolo e grezzo sia una base perfetta per un restyling, ammetto che all'inizio ho stentato ad avere la giusta ispirazione.
Poi sono stata travolta dal tornado Nordic Lovers e la risposta è venuta da sola: far diventare un anonimo scaffale un pezzo in stile scandinavo.
Ho rispolverato i suggerimenti di Sarah di Shabby Chic e trovato il materiale mi sono messa al lavoro. Una mano di cementite bianca per uniformare il fondo e fare in modo che dalle crepe che avrei creato successivamente uscisse fuori il bianco. Dopo ho passato con un panno morbido della cera e, appena asciutta, ho steso questo denso, setoso verde menta: uno dei colori d'elezione dello stile scandinavo che tanto amiamo. Poi una leggera passata di carta vetrata a grana fine per dare un'aria leggermente vissuta al mobile.
Per completare il restyling ho aggiunto un pomello di ceramica ( Maison Du Monde) e del washi tape acquistato dalla mia spacciatrice di washi preferita, My Washi Tape.
Che ne pensate di questo Prima&Dopo Scandi Style?







Il mobiletto è stato gentilmente offerto da Zanini Mobili: leader nel mobile grezzo e nel mobile d'arte. Visitate il sito, è davvero ricco di bellissimi articoli, dal design al mobile antico. Parola di Bombetta ;)






Continue reading

Marinoni Peltro { Vintage Memories}

/ 1 comment

Io sono folle, folle, folle d'amore per te
io gemo di tenerezza perchè sono folle, folle, folle
perchè ti ho perduto.
Stamane il mattino era così caldo, 
che a me dettava quasi confusione
ma io ero malata di tormento
ero malata di tua  perdizione.

Alda Merini






Styling & Shooting by Cappello A Bombetta

Questa appassionata poesia ha ispirato la "storia" di questa fotografia: protagonista una donna ormai perduta ma mai dimenticata: una foto schiude la scatola magica dei ricordi e ci trasporta in un passato romantico, fatto di delicati merletti e parole d'amore sussurrate. Gli oggetti Marinoni Peltro sono perfetti per ricreare queste atmosfere da sogno: grazie alla pregiata porcellana, al vetro lavorato e al peltro cesellato alla perfezione, questi oggetti sono unici, e rendono speciale ogni momento.

Per Natale perchè non approfittare dello sconto riservato alla Bombetta? Inserite il codice MARINONIXSERENA nel carrello e avrete subito uno sconto del 20% , e senza un minimo di ordine!
Non lasciatevi scappare l'occasione di regalare o regalarvi un oggetto prezioso, nato dalla passione e dalla artiginalità tutta italiana.


Continue reading

Nordic Love {Vintage Style} Dala Horse

/ 9 comments
Ci sono alcune cose, alcuni oggetti che immediatamente associamo al nord, che ci fanno pensare a cieli di un profondissimo azzurro, freddi come cristalli; a tazze fumanti tra le mani, accoccolati davanti a una stufa di candida porcellana... uno di questi oggetti è il cavallino Dala
Il nome viene dalla provincia svedese Dalarna, e ricorda il mito del cavallo Sleipnier di Odino, anche se non ha otto zampe! ;)
La leggenda racconta che sotto il regno di Re Carlo XII, i soldati acquartierati a Dalarna si annoiassero e così cominciarono a intagliare questi cavallini per passare il tempo, da regalare agli ospiti o da mandare ai propri figli lontani.
Nati come passatempo per bambini, vi si dedicavano gli adulti con pazienza e passione per occupare le lunghe sere invernali riciclando gli scarti di legno che venivano usati dagli artigiani di mobili e orologi. L'arte di intagliare - in rigoroso legno di pino ancora oggi! - e decorare fiorì rapidamente nel diciannovesimo secolo, creando anche un proficuo scambio tra villaggi e paesi vicini. Le più antiche testimonianze del commercio dei Dala si attestano intorno al 1623, mentre la decorazione che tutti conosciamo risale all'incirca a 150 anni fa ed è chiamata kurbits. Uno dei pittori più famosi, da cui era un grandissimo onore farsi decorare il proprio Dala, si chiamava Stika-Erik Hanson e veniva dalla città di Risa, ancora una delle più famose, per la produzione dei cavallini. Era noto perchè fu il primo a usare due colori contemporaneamente sullo stesso pennello.

Ragazza con costume tradizionale di Rattvik, nella regione Dalarna (1914)
Vintage Dala (1940) : photo by Philip Hakanson
Owen and Hunter: scrittoio e Dala vintage
White Dala 
1  Foto di moda per Harper's Bazaar presso l'Esposizione Mondiale del 1939 di New York; fotografa Louise Dahle-Wolfe
  2  Una collezione di Dala
3 Cartolina vintage
4 Anniversario Fiera di  Hedemora 1946


I Dala continuano ancora oggi a parlarci della Svezia, dei suoi colori e delle sue tradizioni: oggi rivisitato in modo moderno e contemporaneo abita in case ad ogni latitudine ed è il soggetto di innumerevoli stampe, riproduzioni, interpretazioni e DIY, uno più bello dell'altro. Se digitate Dala DIY su Pinterest potreste navigare per ore!
Ecco la mia personale intepretazione, super semplice e perfetta per le ambientazioni del Natale ormai alle porte... spero che vi piaccia! I cavallini sono ricavati da semplici ritagli di plastica adesiva ;)
Ci vediamo al prossimo appuntamento con Nordic Love.











Continue reading