Tappezzerie: un post da ritagliare e conservare

/ 2 comments
Da un po' di tempo sentivo la necessità di fare un recap generale sul mondo delle tappezzerie. Io sono una estimatrice da sempre e tante di voi mi hanno scritto, fatto domande, chiesto consigli e link utili. Così ho deciso di fare un post super-pratico, per venire incontro tutti i vostri dubbi: vi prometto che sarà in continuo aggiornamento, con tutte le novità, i link ai marchi più belli e con i suggerimenti più utili catturati quà e là.
E' stato un duro lavoro, ma qualcuno deve pur farlo. Pensatemi pure come la vostra Fatina Della Tappezzeria, ma non vi aspettate monetine sotto i cuscini! ;)
Se avete ancora qualche domanda io sono a disposizione, fatevi sotto.




  • Cercate, cercate, cercate. Le fonti sono davvero tante, non vi fermate al primo link. Fate un bel respiro, non vi scoraggiate. 
  • Salvate le immagini delle tappezzerie che vi piacciono e stampatele su fogli A4 per provarle sul posto. Di quelle che vi convincono di più fatevi mandare i campioni: la maggior parte delle tappezzerie ha anche una consistenza particolare che potrebbe esaltarvi o deludervi.
  • Fate delle foto all'ambiente che volete tappezzare e con qualche programma online come Pixlr Gimp ( o state sul più classico carta & forbici che non sbaglia mai), provate a realizzare dei montaggi per vedere come potrebbe venire la stanza. Provate diversi abbinamenti e non abbiate paura: spesso i pattern più improbabili sono quelli che a parete funzionano di più.
  • Calcolate bene quanti rotoli vi servono ( moltissimi siti che vendono tappezzerie hanno dei programmi appositi, basta avere le misure della stanza). Se dovete convertire da pollici in centrimetri questo link vi sarà utile. Tenete sempre a mente l'antico adagio latino "Meglius Abundari Quam Deficeri". Con gli avanzi della tappezzerie si possono fare moltissime cose, Bombetta docet, guardate per esempio quì e quì.
  • Le tappezzerie moderne non sono difficili da posare anche da soli: certo in questo caso è meglio iniziare da una parete piccola. Quì trovate un video molto utile su come procedere. Se volete posare una tappezzeria vintage, che ha una consistenza molto diversa, fatevi aiutare o consigliare dai negozi di bricolage.
  • La cosa più difficile da tenere in considerazione quando si posa una tappezzeria è calcolare  come ripetere il disegno e come affiancarlo correttamente nei vari rotoli. Fate delle prove per terra o su un tavolo ampio prima di incollare a parete.
  • Molte tappezzerie moderne si possono posare anche in ambienti umidi come bagni e cucine. Verificate sempre  questa possibilità con il rivenditore e non esitate a fare la prova con un campione che posizionerete nella stanza che avete scelto per un po' di tempo. 
  • Preparate tutto l'occorrente, e non fatevi mancare una spatola per eliminare le bolle. Funziona anche un cucchiaio di legno, ma con molta più fatica ;)
  • E se vi stancate? Nessuna paura: le tappezzerie moderne si staccano facilmente con acqua calda e aceto o con i prodotti solventi appositi in commercio. Quì potete trovare una spiegazione molto chiara di come procedere.
E ora sotto con i link:

Perchè non creare un proprio pattern, magari da una fotografia che ci piace? Ecco i link che vi possono aiutare a realizzare questo progetto.



Se ancora non vi basta potete rivolgervi anche a fonti più generaliste come Amazon o Ebay.
Non avete ancore le idee chiare? Navigate su Pinterest fino a farvi venire gli occhi asciutti e la sindrome del tunnel carpale... ma prima o poi la tappezzeria giusta verrà da voi ;)




2 commenti:

  1. A me la carta da parati piace da impazzire. Ho scelto quella di Nina Capbell per la camera da letto...senza nessuna paura!
    ciao
    Benedetta

    RispondiElimina