Nordic Love { Equilibrio & Geometria }

/ 3 comments
Quando penso alla Geometria e all'Equilibrio mi vengono subito in mente i minerali. I loro lati e spigoli, i riflessi, la perfezione delle loro forme eleganti, le mille sfaccettature.
Quando sposi questi concetti con il design, con l'immaginazione e con la luce ecco che nascono lampade dalle forme bellissime ed evocative.Il design nordico da sempre si lascia ispirare dalla Natura, dalle forme che essa suggerisce, e le ripropone con la classica essenzialità che lo contraddistingue, che coniuga semplicità e poesia.


Sottili e aeree, come sospese nell'aria che le attraversa.
Arik Levy
Micro Makro
 Plasmate nella solida materia, come gemme vive.
OddMatter Studio  "Overtone"
Randall Zieber  "Alabaster"
 Giocando con le circonferenze e i colori...

Normann Copenaghen
Goula Figuera

Luce e forma per creare sinergie inaspettate
Nissa Kinjalina
Nicolaj Bo
Herr Mandell
4- Marcel Simons



Non dimenticate di passare dalle mie compagne di viaggio per altre ispirazioni geometriche ;)




















Continue reading

Craft Obsession: Fauxidermy

/ Leave a Comment
Vegetariani e vegani all'ascolto nessun animale è stato maltrattato per la realizzazione di questo post.
Scherzi a parte, la cosidetta Fauxidermy è una delle tendenze craft del momento e,  manco a dirlo, io ne sono innamorata. Ma cosa è di preciso? La parola è un ibrido che unisce il termine francese "Faux" cioè finto, a quello di Taxidermy, l'arte di imbalsamare gli animali e di farne trofei da esporre.
Questa pratica orribile viene in questo modo dissacrata, creando opere uniche e originali, irriverenti o piene di poesia, sperimentando le tecniche più tradizionali e quelle più innovative e i materiali più diversi: cartapesta, feltro, lana, legno, perline... Noti marchi propongono in tema piacevoli oggetti di design, ma io sono affascinata più di tutto dalle creazioni artigianali: piccoli capolavori che lasciano a bocca aperta.

1-2 Lou Bank Balloons
3- Joe And Cheryl
4 - Nocik
1 - Little Stag Studio
2 - Nathan Vincent
3 - Rockett's San George
4- Southern Revivals
1 - Donya Coward
2 - Swanky Eggy
3 - My Domain Home
1- Antropologhie
2 - Marymake

1 - House And Gardens
2 - The Stealthy Rabbit
3 - Melanie Bourlon


2- 3 - Swanky Eggs
4 - Hadeda



Continue reading

Urban Jungle Blogger: Botanical Zoom

/ Leave a Comment
Non tante parole oggi, solo la meraviglia della Natura osservata da mooolto vicino.
Not so much words today, only the beauty of Nature, very very close.







Grazie ai ragazzi di Urban Jungle Bloggers che ogni mese ci sfidano a scoprire e condividere le natura in ogni suo meraviglioso aspetto.

Thanks for Urban Jungle Bloggers to challenge and ispire us every months to discover and share the beauty of Nature in all its aspects ;)


Continue reading

Bloembagz: un'idea green bella e innovativa all'insegna del riciclo

/ 2 comments
Adoro le piante: il mio sogno segreto, ma neanche troppo ( chiedete a mio marito!) è un terrazzo pieno di fiori e piante... e magari un piccolo orto. Ma, a parte i miei sogni a occhi aperti, oggi voglio parlarvi di questo bellissimo vaso che non è solo molto stiloso e contemporaneo, ma è soprattutto ecologico, visto che è realizzato con un tessuto prodotto dal riciclo delle bottiglie di plastica. Si, avete capito bene. Un tessuto morbido e flessibile, traspirante, che non si rompe, non si sfila e non sbiadisce ai raggi del sole. L'ideale per le piante commestibili, quelle da esterno... per tutte insomma. Non è fantastico?


I vasi BloemBagz non sono solo belli quindi, ma anche realmente innovativi: il materiale con cui sono realizzati li rende leggeri ma resistenti, lavabili in lavatrice e facilmente ripiegabili per ogni esigenza di ordine. Vengono prodotti dalla azienda americana Bloem, leader nel settore del green, e distribuiti in Italia da Digiplastic.


I vasi BloemBagz sono disponibili in varie misure e tanti colori, per adattarsi al meglio allo stile di ogni casa e di ogni spazio esterno: un vero abito su misura per le nostre piante!




Continue reading

Monday DIY: Vassoio Luna/ Moon Tray

/ 3 comments
Prendi un vecchio vassoio della nonna, abbandonato sul fondo di un cassetto, dei fogli di sughero un po' spesso e delle stampe della Luna ed ecco il DIY del lunedì. Chi mi conosce sa la mia passione per il nostro argenteo satellite, quindi non si stupirà del soggetto scelto per questo progetto ;)


Take an old tray, some cork's sheets ( not so much thin!) and Moon's prints and you have the kit for Monday DIY... Anyone who knows me will know my love for our silver satellite ;)









Pulite bene il vassoio ( io lo faccio con l'alcool etilico che toglie ogni traccia di grasso) e spruzzate abbondante colla spray. Con calma posizionate la stampa della luna opportunamente ritagliata e lasciate asciugare. Per il sughero invece usate una colla più densa e più forte. Alla fine passate su entrambi un paio di mani di vernice trasparente protettiva, lucida o opaca a vostra scelta. Io vi consiglio di mettere i sottotazzine di sughero un paio d'ore sotto un peso per non farli incurvare.

Clean carefully the tray ( I use alchol that remove dirty and oily perfectly); spray abundantely adhesive and put the cut out print, let dry. For the Moon Phase I used cork's sheets: in this case you need stronger glue. After put the cork under a weight to take the shape. Finally use on both tray and cork trasparent paint to protect ( polish or opaque as you like).

Continue reading

Tappezzerie: un post da ritagliare e conservare

/ 2 comments
Da un po' di tempo sentivo la necessità di fare un recap generale sul mondo delle tappezzerie. Io sono una estimatrice da sempre e tante di voi mi hanno scritto, fatto domande, chiesto consigli e link utili. Così ho deciso di fare un post super-pratico, per venire incontro tutti i vostri dubbi: vi prometto che sarà in continuo aggiornamento, con tutte le novità, i link ai marchi più belli e con i suggerimenti più utili catturati quà e là.
E' stato un duro lavoro, ma qualcuno deve pur farlo. Pensatemi pure come la vostra Fatina Della Tappezzeria, ma non vi aspettate monetine sotto i cuscini! ;)
Se avete ancora qualche domanda io sono a disposizione, fatevi sotto.




  • Cercate, cercate, cercate. Le fonti sono davvero tante, non vi fermate al primo link. Fate un bel respiro, non vi scoraggiate. 
  • Salvate le immagini delle tappezzerie che vi piacciono e stampatele su fogli A4 per provarle sul posto. Di quelle che vi convincono di più fatevi mandare i campioni: la maggior parte delle tappezzerie ha anche una consistenza particolare che potrebbe esaltarvi o deludervi.
  • Fate delle foto all'ambiente che volete tappezzare e con qualche programma online come Pixlr Gimp ( o state sul più classico carta & forbici che non sbaglia mai), provate a realizzare dei montaggi per vedere come potrebbe venire la stanza. Provate diversi abbinamenti e non abbiate paura: spesso i pattern più improbabili sono quelli che a parete funzionano di più.
  • Calcolate bene quanti rotoli vi servono ( moltissimi siti che vendono tappezzerie hanno dei programmi appositi, basta avere le misure della stanza). Se dovete convertire da pollici in centrimetri questo link vi sarà utile. Tenete sempre a mente l'antico adagio latino "Meglius Abundari Quam Deficeri". Con gli avanzi della tappezzerie si possono fare moltissime cose, Bombetta docet, guardate per esempio quì e quì.
  • Le tappezzerie moderne non sono difficili da posare anche da soli: certo in questo caso è meglio iniziare da una parete piccola. Quì trovate un video molto utile su come procedere. Se volete posare una tappezzeria vintage, che ha una consistenza molto diversa, fatevi aiutare o consigliare dai negozi di bricolage.
  • La cosa più difficile da tenere in considerazione quando si posa una tappezzeria è calcolare  come ripetere il disegno e come affiancarlo correttamente nei vari rotoli. Fate delle prove per terra o su un tavolo ampio prima di incollare a parete.
  • Molte tappezzerie moderne si possono posare anche in ambienti umidi come bagni e cucine. Verificate sempre  questa possibilità con il rivenditore e non esitate a fare la prova con un campione che posizionerete nella stanza che avete scelto per un po' di tempo. 
  • Preparate tutto l'occorrente, e non fatevi mancare una spatola per eliminare le bolle. Funziona anche un cucchiaio di legno, ma con molta più fatica ;)
  • E se vi stancate? Nessuna paura: le tappezzerie moderne si staccano facilmente con acqua calda e aceto o con i prodotti solventi appositi in commercio. Quì potete trovare una spiegazione molto chiara di come procedere.
E ora sotto con i link:

Perchè non creare un proprio pattern, magari da una fotografia che ci piace? Ecco i link che vi possono aiutare a realizzare questo progetto.



Se ancora non vi basta potete rivolgervi anche a fonti più generaliste come Amazon o Ebay.
Non avete ancore le idee chiare? Navigate su Pinterest fino a farvi venire gli occhi asciutti e la sindrome del tunnel carpale... ma prima o poi la tappezzeria giusta verrà da voi ;)




Continue reading

Monday DIY: Restyle an old chair with Tiger paper

/ 5 comments
Mio marito usa un'espressione decisamente colorita, che non riferirò, per descrivere la mia mania per il recupero di vecchie sedie: in effetti è la verità, non resisto di fronte a una sedia abbandonata, magari gettata via per la strada, quando è ancora evidente, almeno per me, tutto il suo potenziale.
Ecco quindi che viene comoda una bella carta da regalo di Tiger, con un paesaggio nordico a mezzo punto, per dare a una sedia una nuova vita, una personalità. La carta da regalo è comoda perché è morbida, si taglia e si incolla facilmente. Una mano di vernice trasparente alla fine fissa il tutto. E ti sembrerà di avere in casa sempre un pizzico di atmosfera natalizia.



My husband always use a very particolar saying to describe my obsession for old chair: it's the truth, I don't resist to recover and restyle all old chair I find, often left in the middle of the road like trash. Maybe I'm the only one able to see their potential?
I've restyled this old chair with a Tiger wrapping paper: it's soft and simple to cut and paste. At the end a surface coat with trasparent flatting make it perfect and resistant. I love this paper, decorated with winter landscape and deers in needlepoint techique: it's like having a little xmas corner all the year!





Continue reading

Restyle Bedroom: A Touch Of Pastels

/ 8 comments
Il ritrovamento di un comodino degli anni sessanta, regalo di una vecchia zia - potevo mai lasciarmelo scappare? - mi ha fatto ripensare alla palette della mia camera da letto. Era arrivato il momento di aggiungere qualche tocco nuovo: avevo bisogno di qualcosa di moderno, ma fresco e leggero, che si sposasse ai colori tenui della stanza: il colore delicato del mobile è stata l'ispirazione perfetta! E' bastato aggiungere delle tende leggere e un cuscino che riprendesse il colore per dare a quest'angolo un'atmosfera quasi magica.


Modellino in legno, Ikea
Cartografia vintage della Luna ( mercatino)
Vassoio Rame, Tiger
Calendario pocket, Flow Magazine
Spilla Clatterina by Petit Pois Rose

Ho fatto realizzare da un amico elettricista la lampada con interruttore e presa di corrente: ho scelto appositamente un cavo un po' vecchio stile. La lampadina a bulbo, che ricorda quelle a incadescenza ma è a led, è leggerissima e molto di atmosfera, l'ho trovata da Ikea.

Fasi Lunari in similpelle DIY
Pomello Maison Du Monde



Ecco come il tutto si riflette nel grande armadio a specchio.


Anche l'altro comodino è stato "contagiato" dai colori pastello, qui però ha vinto il menta, colore che amo da sempre e che risalta alla perfezione sul bauletto antico che uso come comodino.

Lampada Eclisse Artemide
Sveglia e portacandela Maison Du Monde
Ritratto di Irene Renon
Cartolina Ghianda Flow Magazine
All Photos by Cappello A Bombetta

Continue reading